Contrada Monte La Conca

 

A Est della località Li Marini si estende il territorio denominato Monte la Conca; siamo nella zona centrale della d.o.c. Primitivo di Manduria. Dal punto di vista geo-climatico, Monte la Conca ha giornate di lunga insolazione e, generalmente, alte temperature, con piogge quasi inesistenti nei mesi caldi. Insieme a ciò, una terra rossa poco profonda e poco fertile costituisce un suolo ideale per uve rosse di struttura e colore. In queste particelle hanno trovato il loro habitat ideale le uve, Malvasia Nera del Salento, Aglianico, e Negroamaro, da cui produciamo a6mani Rosso Salento IGP; a6mani Negroamaro Salento IGP, a6mani Salice Salentino DOP, LIFILI Rosso Salento IGP; LIFILI Negroamaro Salento IGP e LIFILI Salice Salentino DOP. La resa delle piante è molto bassa, così come la media delle precipitazioni: ecco perché da questa contrada si è preferito ottenere vini da blend varietali, in modo da prediligere in vinificazione quelle varietà d’uva che si sono meglio espresse nelle singole annate. Si ottengono così vini corposi dalla struttura morbida e con buone possibilità di invecchiamento.

 

a6mani Negroamaro Salento IGP

 

Negroamaro

Tipologia vino – Salento Indicazione Geografica Protetta.
Colore – Vino Rosso
Vitigno – Negroamaro
Densità d’impianto – 4500 viti per ettaro.
Zona di produzione – Contrada Monte la Conca, San Marzano di San Giuseppe, Salento, Puglia. A circa 100 m. sul livello del mare, con temperature medie molto alte ed una piovosità particolarmente bassa. I terreni sono a grana medio-argillosa, con profondità abbondantemente sotto il metro.
Epoca di vendemmia – Seconda decade di settembre
Vinificazione – Macerazione termocontrollata, di seguito svinatura e pressatura soffice alla fine della fermentazione
Affinamento – In barriques di rovere francese e americano per 6 mesi
Caratteristiche organolettiche – Colore rosso porpora con riflessi nero-violacei, profumo intenso e persistente, con sentori di ribes nero e frutti di bosco, speziato con note balsamiche e di vaniglia Vino di corpo, vellutato e armonico, con finale lungo e sapido
Abbinamenti – Primi piatti robusti, carni in genere, formaggi stagionati
Fruibilità – Da servire a 16-18°C.

File - PDFScheda tecnica Negroamaro Salento