Il progetto a6mani coinvolge più tenute, Monte la Conca, Li Marini, Mesola delle Volpi, Troncarea e Campofreddo, distanti tra di loro al massimo circa 20 km. Pur trovandosi in un’area abbastanza ristretta, ciascuno di questi vigneti presenta condizioni geoclimatiche peculiari: dalla terra rossa che poggia su un sottosuolo calcareo, ai terreni sabbiosi in riva al mare. Sui primi vengono coltivate vecchie piante ad alberello dalle rese molto basse; i secondi invece concorrono a conferire ai vini una più raffinata espressione aromatica. Differenti terroir che danno vita a distinte linee di vini, tutte espressione della diversità pedoclimatica tipica del Salento. I vigneti di a6mani crescono ordinati e belli come musei a cielo aperto, forti di uve ricche e concentrate, con un frutto complesso e un gusto equilibrato.